Cosmesi odontoiatrica

La  bocca, è uno dei principali strumenti di comunicazione del nostro viso, catalizza lo sgaurdo delle persone, e rappresenta un biglietto da visita che trasette cura del proprio aspetto e attenzione alla propria salute. Avere dei denti perfettamente funzionanti ed esteticamente gradevoli, acquista fiducia in sè stesso, sorride più volentieri e si preoccupa di migliorare la qualità di tutti gli ambiti della sua vita, e raggiungere con serenità il benessere personale.

Questa branca dell'odontoiatria estetica, si occupa nello specifico, di migliorare l'aspetto e la qualità dei denti, attraverso una serie di interventi mirati e duraturi che attraverso la correzione di colore, forma,posizione, e altri inestetismi della dentatura. permette di dare armonia e bellezza a una delle componenti più importanti del nostro volto: Il sorriso

Le Faccette

Sono sottili lamine in porcellana traslucente, dell ospessore di circa 0,5 mm, applicate sulla superficie esterna dei denti anteriori. Per effettuare la loro adesione allo smalto, il dente naturale va preparato, dopo di che viene presa l'impronta per la realizzazione in laboratorio dela faccetta definitiva. La faccetta viene valutata per forma colore e adattamento ai denti preparati, e solo una volta soddisfatti tutti i parametri e stabilita la soluzione ottimale dal punto di vista estetico, la faccetta provvisoria in resina viene sosituita con quella definitiva in ceramica.

Una volta cementate al dente, rinforzano la struttura dentaria residua; il legame faccette-smalto dentale e’ il piu’ forte legame che si possa ottenere in odontoiatria con gli adesivi smalto-dentinali, le “colle” che mediano il legame dei materiali da restauro estetici con i tessuti dentari.

Le faccette sono la soluzione ideale per:

  • denti malformati
  • denti fratturati
  • eccessivi spazi tra i denti
  • denti dal colore non omogeneo
    (se il trattamento sbiancante non sortisce effetti desiderati)

Otturazioni

L'otturazione serve per ripristinare un dente danneggiato dalla carie e per riportarlo alle sue normali funzioni e alla sua forma originaria. Per mettere l'otturazione, si toglie prima di tutto la parte cariata del dente, quindi  si pulisce la zona interessata e infine riempie la cavità con un materiale apposito. Questo serve per evitare la penetrazione dei batteri negli spazi, e prevenire ulteriori carei dentali.

I materiali utilizzati per le otturazioni possono essere:

  • oro
  • porcellana
  • resina composita

Quali scegliere?

Non c'è un tipo di otturazione in assoluto migliore degli altri. La scelta del tipo di otturazione più adatta sarà determinata dal dentista in base all'estensione del danno, alla presenza di allergie a un determinato materiale e alla zona della bocca in cui deve essere fatta l'otturazione e dal costo. Alcune considerazioni sui diversi materiali:

  • Otturazioni in oro sono fatte su ordinazione in laboratorio e poi vengono cementate al loro posto. Gli intarsi in oro sono ben tollerati dal tessuto gengivale e possono durare più di 20 anni. Perciò molti considerano l'oro il miglior materiale per l'otturazione anche se è la soluzione più costosa e servono più visite di controllo.
  • Otturazioni di Amalgama (argento) sono resistenti e relativamente costose. Essendo di colore scuro si notano molto di più della porcellana o delle ricostruzioni composite e non sono quindi utilizzate in zone visibili, come per esempio i denti anteriori.
  • Resine Composite (plastica) sono realizzate per essere dello stesso colore dei denti e quindi usati dove si desidera ottenere un risultato più naturale. Gli ingredienti vengono mischiati insieme e posizionati direttamente nella cavità del dente, dove si induriscono. I compositi non sono ideali per grandi otturazioni perchè tendono a scheggiarsi e consumarsi nel tempo; si possono macchiare con il caffè, il tè o il tabacco e non durano quanto le altre otturazioni (generalmente dai tre ai dieci anni).
  • Otturazioni di porcellana sono chiamate intarsi e sono prodotte su ordinazione in laboratorio per essere successivamente inserite nella cavità del dente. Possono essere dello stesso colore del dente e fatte con materiale anti-macchia. Una ricostruzione di porcellana generalmente copre gran parte del dente ed ha un costo vicino alle otturazioni in oro. (la parola intarsi diamogli evidenza e la linkiamo a la faq sucessiva).

Intarsi

Gli intarsi sono otturazioni eseguite nel laboratorio, usate per i denti posteriori (premolari e molari), di materiale che  biocompatibile e durevole nel tempo. Gli intarsi estetici possono essere realizzati per vari motivi: in alternativa ad un'otturazione molto grande, per evitare l'uso dell'amalgama d'argento nelle otturazioni o nel caso in cui si vuole ottenere un risultato estetico ottimale attraverso intarsi estetici di ceramica o resina.
Dopo la rimozione delle vecchie otturazioni difettose o della carie viene presa un'impronta della cavità. In laboratorio viene quindi realizzato,  in ceramica, l'equivalente della parte mancante, che riempirà la cavità con estrema precisione, ricostruendo così la forma originaria del dente.Gli intarsi in ceramica sono privi di metallo, pertanto lasciano passare la luce. Con una speciale procedura adesiva vengono incollati al dente senza lasciare spazi intermedi. Ne risulta un'adesione chimica tra il dente e la ceramica, che restituisce ai denti indeboliti la loro solidità originaria. L'effetto estetico, grazie all'elevata trasparenza, è eccellente. La ceramica è estremamentebiocompatibile, non si conoscono allergie, come per esempio per certi metalli.
foto

Sbiancamento

Le tecniche di sbiancamento dei denti hanno ormai raggiunto livelli di perfezione ed eccellenza assoluti.
Il colore dei denti è personale, come il colore della pelle e non deriva, come si potrebbe erroneamente pensare dallo smalto. La sua superficie è traslucida, lasciando trasparire il colore della dentina sottostante. Il “bianco naturale” dei denti incorpora lievi sfumature sui toni del giallo e del grigio, talora del bruno o del rossiccio, più o meno accentuate, che aumentano d’intensità dal bordo libero al colletto gengivale di ogni singolo dente.Con il passare del tempo, e a causa di diversi fattori come l'alimentazione  e  l'età, lo smalto può scurirsi, modificando e rendendo in alcuni casi decisamente antiestetico il colore dei denti.
Grazie all'odontoiatria cosmetica, siamo in grado di restituire il colore originale e la luminosità ormai perduta o creare tonalità di bianco "porcellana" prive di sfumature di colore e dal forte impatto estetico.

Una sola seduta

Nel nostro studio l'intera procedura di sbiancamento dentale si svolge durante una sola seduta. Una visita dentale e conseguent sessione di igiene orale, sarà seguita da una fase preparatoria per la protezione delle gengive, al termine della quale verrà applicato sui denti il gel sbiancante. Dopo una breve attesa di un'ora in poltrona, i suoi denti avranno raggiunto il loro colore originale o eventuali altre tonalità desiderate.
E' sempre consigliabile sottoporsi alla procedura sotto la guida di professionisti dell osbiancamento. I medici dentisti, conoscono indicazioni e controindicazioni al trattamento, ed evitano spiacevoli effetti collaterali (irritazione dele gengive per contatto, presenza di carie ,otturazioni infiltrate, e parodontiti che necessitano di cure prleliminari), causati dal trattamento domiciliare "fai da te".
foto

Quali sostanze sbiancano i denti?

Con le tecniche professionali di sbiancamento dentale si utilizzano agenti sbiancanti ad alta percentuale di principio attivo, capaci di modificare sia il colore geneticamente determinato dei denti, quello che madre natura ci ha fornito dalla nascita, sia le variazioni che lo smalto dei denti subisce col passare del tempo per assorbimento di pigmenti da parte delle sue componenti organiche. Oltretutto le tecniche professionali sono in grado di operare modifiche positive anche nei casi complessi in cui la colorazione dei denti sia stata alterata dall’assunzione di tetracicline o di fluoro in eccesso, oppure da cause congenite
L'ingrediente primario nel gel sbiancante è un perossido, utilizzato da più di 100 anni in questa tecnica e in percentuale bassa. Il perossido può generare una leggera sensazione di calore ai denti dopo la sua applicazione, ma solo in una ristretta percentuale di persone, generando un piccolo fastidio che può essere lenito con un semplice analgesico.
Siamo in grado di ottenere più di 9 gradi di tonalità media di migliroamento in un'unica seduta.Naturalmente ogni tipo di dente reagisce in maniera, seppure di poco, diversa.
foto

Quanto durano i risultati del trattamento?

La durata dei risultati sopratutto dal comportamento del paziente che la ha ricevuta. alcune abitudini quali l'uso di prodotti da tabacco, la quantità di caffè bevuti, il consumo di alimenti acidi o bevande scure, possono insieme ad altri comportamenti,compromettere e incidere negativamente sugli esiti e i benefici del trattamento.

Segui i nostri consigli e ti aiuteremo a mantenere bianchi i tuoi denti per circa 2 anni.

Dott. Gavino Cattina | Dott. di Odontoiatria e protesi dentali | Via Gavino Matta, Sassari | Tel 079.235140 | Email info@studiodentisticocattina.it